Imparare a programmare con Python

La maggior parte dei dispositivi elettronici che ci circondano, dal piccolo elettrodomestico alla smartphone, hanno circuiti elettronici che vengono gestiti da un software. Anche se non ci accorgiamo, ogni giorno, direttamente o indirettamente, abbiamo a che fare con dei programmi che ci permettono di utilizzare in modo semplice, diversi dispositivi.

E’ prevedibile che nel prossimo futuro i software saranno presenti in maniera ancora più massiccia, andando a governare ogni tipo dispositivo elettronico. Se consideriamo solo il mercato IoT, stimato in miliardi di dispositivi installati, capiamo quale sia l’importanza dello sviluppo software.

Di conseguenza, imparare a programmare, ci mette nelle condizioni di capire meglio il funzionamento dei dispositivi elettronici. Questo produce inoltre altri vantaggi, infatti queste competenze potranno essere impiegate anche in altri numerosi campi, dallo sviluppo di applicazioni per pc a quelle per dispositivi mobili o per il web.

Attualmente ci sono decine di linguaggi di programmazione consigliati a chi volesse iniziare a programmare. Non esiste un linguaggio migliore di un altro, tutti hanno dei pro e dei contro e la scelta ricade dal tipo di software che vogliamo sviluppare e dalle risorse che abbiamo a disposizione.

Logo Python

Il linguaggio più apprezzato per le persone che vogliono iniziare a programmare, ma che non hanno nessuna esperienza, è certamente Python. I vantaggi di questo linguaggio sono riassunti in questi pochi punti:

  • semplice da imparare
    • (la sua sintassi è molto semplice da imparare e la scrittura del codice permette di capire subito la struttura del codice)
  • multi piattaforma
    • (il software può essere scritto utilizzando diversi sistemi operativi e può girare in tantissimi dispositivi, dai microcontrollori ai pc più potenti)
  • open source
  • vasta community
    • (la community Python ci permette di imparare dall’esperienza fatta da altri utenti)

Installare Python (su Windows)

La prima cosa da fare è installare Python sul proprio pc. La procedura risulta molto semplice, è sufficiente andare sul sito ufficiale Python.org, cliccare sul link download e cliccare sul pulsante Download Python. Il pacchetto di installazione deve essere effettuato in base al proprio sistema operativo.

Una volta scaricato il file eseguibile, basta eseguirlo con un doppio clic e seguire le istruzioni del wizard.

Se tutto è andato a buon fine nel menu Start di Windows dovremmo avere una cartella con nome Python 3.8 (Il numero si riferisce alla versione installata e potrebbe differire a seconda della vostra installazione).
All’interno di questa cartella ci sono due icone che si riferiscono alla documentazione Python e due icone che lanciano due programmi la REPL e l’Idle.

Il programma REPL è un ambiente a linea di comando che permette di eseguire i comandi Python. Questo è utile per provare dei comandi immediatamente per capirne il funzionamento.

Repl python

Idle invece è un editor che ci permette di scrivere i programmi Python, di poterli salvare ed eseguire.

Python IDE Editor