Led

Tutorial come costruire un cubo led 3x3x3

Costruire un cubo led 3x3x3 con Arduino Micro

Arduino come sappiamo è una piattaforma molto versatile che permette di realizzare diverse tipologie di progetti. La parte che preferisco maggiormente riguarda la realizzazione di progetti che in qualche modo risolvano o migliorino una attività pratica.
Nonostante ciò molti esperimenti vengono realizzati ai soli fini didattici o ludici. Il cubo led 3x3x3 è sicuramente uno di quei progetti che vengono realizzati per stupire gli amici!

Di tutorial per realizzare cubi led 3x3x3 ne esistono centinaia, ma nonostante ciò ho voluto realizzare anche io l’ennesimo cercando di spiegare la sua realizzazione in modo molto semplice, questo perché molti utenti,  che sono alle prime esperienze, hanno bisogno di spiegazioni passo passo molto elementari.

Cubo led 3x3x3

Continua a leggere

Pilotare striscia LED RGB

Come usare Arduino per pilotare strip led RGB

La tecnologia led si è ormai evoluta ed inizia ad essere presente in modo pronunciato in molti ambienti, dalla casa agli uffici fino ad arrivare all’illuminazione pubblica. I vantaggi in termini di risparmio energetico sono enormi e la qualità della luce emessa sta raggiungendo un comfort visivo soddisfacente.

Anche nell’arredamento troviamo soluzioni carine che vanno dalla lampada da salotto multicolore alle luci di cortesia nei piani cottura oppure alle barre led impermeabili poste nel box doccia.

Vista la nostra passione per l’auto-costruzione possiamo realizzare un dispositivo basato su Arduino per pilotare una barra led RGB. Per questo tutorial ho usato una Arduino Leonardo e uno spezzone di 10 cm di una strip led RGB da un metro. Questo modello viene alimentato a 12Vdc e un modulo assorbe, con tutti i led accesi circa 55mA. (quindi un metro assorbe circa 550mA).

Un elemento RGB è composto da 3 LED distinti (Rosso, Verde, Blu) disposti in modo da poter interagire tra loro per formare diversi colori complementari.

Stril Led RGB da 10 cm

Continua a leggere

Utilizzare lo Spectrum Shield con Arduino

Spectrum shield come accendere diversi led a ritmo di musica

Un progetto che ha sempre attirato molta attenzione è il circuito VU meter sincronizzato con il ritmo della musica (il mitico luci psichedeliche ). Anche io quando ero alle superiori mi sono cimentato costruendone uno. Il circuito era formato da tre filtri analogici, uno passa basso uno passa banda e uno passa alto, che lavoravano rispettivamente alle frequenze 0-500Hz, 500Hz 4000Hz e 4000Hz-16000Hz. All’uscita dei filtri c’era un rilevatore di picco costruito con un operazionale che andava a pilotare dei driver che accendevano delle lampadine colorate.

Luci Psichedeliche

Continua a leggere

Netduino far lampeggiare un led

Netduino usare il led onboard

Il primo programma che possiamo creare, per iniziare a sperimentare con Netduino, è il classico esempio che permette di far lampeggiare il led di sistema, posto sulla scheda del dispositivo.
Questo programma è ormai un classico che si può trovare un po da per tutto in internet, ma nonostante ciò, anche io volevo proporvelo.

Dopo aver avviato Visual C# e creato un nuovo progetto, apriamo il file Program.cs e all’interno del blocco Main() inseriamo le seguenti righe di codice.

 

queste istruzioni accendono e spengono il led ad una frequenza di mezzo secondo.
l’istruzione :

 

crea un oggetto che viene usato per controllare il led onboard; il costruttore della classe OutputPort richiede l’identificativo del pin e il relativo stato iniziale. Pins.ONBOARD_LED appunto, è il led fisico posto sul dispositivo e false indica lo stato iniziale, ovvero spento.

Il cico while è infinito ed esegue ciclicamente queste istruzioni:

 

la funzione write() dell’oggetto non fa altro che accendere o spegnere il led a seconda del valore booleano passato come parametro.
Thread.Sleep() serve per creare un ritardo tra le istruzioni Write() per creare l’effetto intermittente, il valore passato è espresso in millisecondi.

Non ci resta che avviare il debug per eseguire la compilazione e il caricamento dell’eseguibile nel Netduino.
Il dispositivo deve essere collegato al pc tramite porta usb e Visual c# deve essere configurato per interaggire con il Netduino piuttosto che con l’emulatore.

Netduino, .Net micro Framework e Visual C#

Il .Net micro framework è il cuore del Netduino vediamo come configurare l’ambiente

Ora che abbiamo il nostro mini laboratorio per creare i prototipi e il software sul pc è installato correttamente possiamo avviare il primo progetto per verificare se tutto funziona e se il .net micro framework è correttamente attivo e funzionante sul Netduino.

Per prima cosa colleghiamo il Netduino al pc e verifichiamo che il led pwr sulla scheda sia acceso.
Ora avviamo Visual C# 2010 Express e creiamo un nuovo progetto:

net micro framework

la finestra Nuovo Progetto mostra tutti i tipi di soluzioni che possiamo generare con la nostra copia di Visual C# 2010 Express. Cliccando sulla voce Visual C# potremmo vedere la sottovoce Micro Framework, clicchiamo su di essa per visualizzare i vari tipi di progetto che possiamo creare. Se l’installazione dell’ sdk di Netduino è stata eseguita correttamente, in questo box ci sarà una voce dal nome Netduino Application

Selezioniamo la voce come mostrato in figura, diamo un nome alla nostra soluzione compilando la casella di testo Nome e clicchiamo sul pulsante OK per dar modo a Visual C# di impostare l’ambiente per lo sviluppo con Netduino e con il .Net micro framework.

visual studio net micro framework Continua a leggere

Offerte del giorno Amazon
Preferiti
Rimani aggiornato

Sondaggi
Sorry, there are no polls available at the moment.
Seguimi su Twitter