Notizie

Notizie di tecnologia che riguardano le logiche programmabili e il loro utilizzo. Informazioni su eventi, personaggi e curiosità del mondo tecnologico

Acquisto sensori da cooking-hacks.com

Acquisto componenti e sensori da Cooking Hacks
Acquisto componenti da cooking hacks

Solitamente tendo ad acquistare i componenti elettronici da vari negozi online, soprattutto quando trovo molte persone che hanno avuto una esperienza positiva nell’acquisto. Era da qualche tempo che volevo acquistare da cooking-hacks.com e domenica sera mi sono deciso ad effettuare un ordine.
Stamattina ho ricevuto il pacco (contenente un po di sensori che vedrò di utilizzare per i prossimi articoli su logicaprogrammabile.it) a parte il buon confezionamento dei componenti, mi ha fatto sorridere il fatto che nella confezione ho trovato una spatola da cucina e delle caramelle!! Non ricevevo delle caramelle in regalo da quando ero bambino!!

Certamente è una trovata simpatica (forse una buona strategia di marketing), che mi ha divertito e a cui ho voluto dedicare un piccolo post offtopic. Ora vado a mangiarmi le caramelle e a pensare come utilizzare i nuovi sensori.

a presto….

Riflessioni personali sullo sviluppo embedded

I Sistemi Embedded

Ho notato che negli ultimi anni molti sviluppatori software, provenienti da ambienti desktop, hanno iniziato ad interessarsi ai dispositivi programmabili, in particolare ad Arduino e Netduino. Di pari passo le case costruttrici hanno iniziato a produrre componenti di ogni sorta, semplificandone il loro impiego e garantendo un prezzo molto competitivo.

embedded system

Questo interesse continuerà ad aumentare e credo che gli sviluppatori per dispositivi embedded eguaglieranno ben presto quelli desktop. Questo, in parte, è dovuto grazie all’impegno di aziende quali Microsoft e Google, che con il .Net micro framework e Android hanno contribuito a richiamare l’interesse per queste tecnologie.
Queste aziende stanno cercando, a mio avviso, di creare dispositivi semplici da programmare che possano collegarsi a smatphone e tablet e di conseguenza avere un accesso semplice ad internet. Lo scenario che si presenta è una richiesta sempre crescente di software e hardware capaci di colloquiare tra loro al fine di potere interagire con la grande rete.

Anche aver reso open, sia dal punto di vista hardware sia software, questi sistemi, ha dato la possibilità di far nascere cloni capaci di attirare sviluppatori e creare nuove community.

Dal punto di vista hobbystico, il gran numero di esempi e tutorial sui crescenti forum e blog, danno la possibilità di imparare autonomamente i principi della programmazione e della prototipazione hardware.

Parlando del mondo professionale credo che tutto ciò sia una buona opportunità di lavoro vista la possibilità di realizzare shield che risolvono problemi particolari o addirittura sviluppare un proprio sistema complesso.

Tu cosa ne pensi?

Realizzazione impianto microirrigazione per orto

Realizzare impianto di microirrigazione fai da te

Dopo aver acquistato il materiale necessario alla realizzazione dell’impianto di microirrigazione sono passato alla pratica con l’aiuto dei mie familiari. Ho cercato di rispettare lo schema dell’impianto proposto nel precedente articolo. Per il momento l’impianto non ha ancora l’elettrovalvola perché prima vorrei capire quanta corrente assorbe e fare alcuni calcoli per dimensionare la batteria che dovrà garantire una sufficiente autonomia del sistema.

Per motivi logistici non ho potuto documentare la realizzazione dell’impianto tramite un video. Di seguito alcune foto che illustrano le fasi di realizzazione.

A monte dell’impianto, ho collegato il filtro, fondamentale per un corretto funzionamento dei gocciolatori.

Filtro per le acque della cisterna Continua a leggere

Netduino e irrigazione automatica fai da te (Teoria)

Come realizzare centralina di micro irrigazione

Mi è sempre piaciuta l’idea di un orto/giardino automatizzato, magari con Netduino, capace di sfruttare l’irrigazione in modo coscienzioso e senza sprechi d’acqua.
Penso sia uno di quei progetti molto ricercati per la sua evidente utilità pratica, e anche perché la coltivazione e la cura di piante è un istinto innato che ci avvicina alla natura e ci fa sentire bene!

Abito in un piccolo paese dove ogni famiglia possiede un piccolo orto per la coltivazione di verdure e frutti. La tecnica di irrigazione principale è quella a solco (scorrimento), decisamente svantaggiosa e poco efficace per l’eccessivo spreco d’acqua.
Fortunatamente oggi ci sono molte tecnologie efficienti che permettono l’impiego di sistemi programmabili per la gestione delle attività di irrigazione.

Anche io ho voluto sviluppare il mio sistema a microcontrollore per gestire le fasi di irrigazione di un piccolo orto.
Per la realizzazione di questo sistema bisogna avere un minimo di esperienza nella coltivazione di piante ed essere consapevoli che ci dovremmo sporcare le mani!!

La tecnica di irrigazione migliore per questo progetto si basa sulla microirrigazione a goccia. E’ necessario quindi procurarci tutto il materiale per l’impianto. Le mie informazioni progettuali sono da considerare di carattere generale, dato che il sistema è influenzato da vari parametri come, la tipologia del terreno (inclinazione, consistenza, composizione, esposizione agli agenti atmosferici) il tipo e la quantità di piantine da coltivare. Continua a leggere

FEZ Panda 2 GHI Electronics caratteristiche tecniche

Ghi Electronics FEZ panda II

Ho acquistato la scheda FEZ Panda II della GHI Electronics, sinceramente non ho ancora provato ad usarla ma le sue caratteristiche tecniche mi hanno incuriosito. Anche la FEZ Panda è basata sul .Net micro framework, come il Netduino, e nonostante le sue dimensioni siano leggermente superiori rispetto al Netduino le funzionalità della Panda II sono notevolmente superiori. L’immagine riepiloga le funzioni principali della scheda:

Fez panda 2 con micro framework

Il cuore della scheda è il processore è un NXP LPC2387 a 32bit, con una frequenza di ben 72Mhz. Oltre ai classici connettori Arduino compatibili, ne troviamo un’altro che dispone di ulteriori 32 pin digitali configurabili come ingressi o uscite, inoltre sono presenti 3 porte UART una SPI e una CAN.
La scheda presenta anche uno slot micro SD per come supporto di memorizzazione una scheda SD. La porta usb che viene normalmente utilizzata per il debug delle applicazioni può essere programmata come porta seriale in modo da creare programmi che permettono di scambiare dati tramite la porta USB.
Da notare la presenza di un quarzo aggiuntivo che permette di creare un RTC (real Time clock) e di tenerlo attivo tramite una batteria esterna.

La tabella seguente riepiloga le altre caratteristiche della scheda

6 Ingressi analogici con convertitore AD a 10bit
6 Canali PWM
2 Canale CAN
2 KB RAM di BAckup tramite batteria esterna
Pulsante e Led onboard configurabili
4 porte UART di cui una con possibilità di handshaking
Interfaccia ONEWIRE attivabile si qualsiasi pin IO
Accesso ai registri del microcontrollore
1 uscita analogica per la generazione di segnali
Capacita di multi Threading
XML, FAT file system e crittografia (AES)
Capacità di passare in modalità basso consumo e ibernazione

Nei prossimi post cercherò di realizzare qualche esperimento con questa scheda.
Se qualcuno di voi ha avuto esperienza con questa scheda fatemi sapere cosa ne pensate.

Netduino Plus carateristiche e potenzialità

Guida al Netduino Plus

Secret Labs ha sviluppato 3 versioni di Netduino, quella standard, quella Mini e quella Plus (Netduino Plus) che comprende due features interessanti, la porta ethernet e lo slot micro sd.

Netduino Plus

Penso che la possibilità di interfacciare un dispositivo elettronico alla rete lan sia ormai indispensabile e necessario. Il nostro mondo è sempre più interconnesso, non solo le persone sono sempre in collegamento tra loro, ma anche i dispositivi elettronici iniziano ad interagire tra loro sempre più.

Questa possibilità è data dai produttori di hardware, che hanno capito che, rendere i propri dispositivi capaci di interfacciarsi alla rete è ormai una caratteristica indispensabile. Continua a leggere

Mi si è rotto il Netduino!!

Problemi col Netduino

Questa non ci voleva! Il mio Netduino non da segni di vita! Non riesco più a programmarlo, all’inizio pensavo ad un problema software, e quindi ho ripulito Windows (ripristinando l’immagine del sistema) ho reinstallato il .Net micro framework, il Netduino SDK e i driver, ma non è cambiato nulla.

Allora ho fatto qualche prova con MFDeploy.exe (C->Programmi->Microsoft .NET Micro Framework->v4.1->Tools) ma anche in questo caso non ho avuto riscontri positivi. Ho provato a cancellare il firmware ma MFDeploy non riesce a comunicare con il Netduino.

Ho iniziato ovviamente a pensare a un problema fisico della scheda e mi sono messo a picchiettare con un cacciavite antistatico sui vari componenti e dopo  qualche prova qualcosa ha iniziato a funzionare…

Sono riuscito a caricare il nuovo firmware sulla scheda e tutto si è apparentemente risolto!

Infatti dopo qualche ora non c’è stato niente da fare, non riuscivo più a caricare nessun tipo di firmware sul dispositivo. Ho fatto decine di prove con MFDeploy ma niente da fare.

Come collego la scheda al pc il power led si accende, anche il led utente si accende per poi spegnersi dopo pochi secondi. Provando a resettare il Netduino non ottengo nessun segno (solitamente si accende il led utente e si spegne dopo qualche secondo).

Ho deciso di ripassare alcune saldature (facendo molta attenzione) per escludere problemi di falsi contatti ma anche in questo caso nessun segno.

Dopo qualche ora di prove mi sono rassegnato e credo che il mio Netduino sia definitivamente inutilizzabile.

Questo fatto mi ha lasciato un po con l’amaro in bocca perché credevo in una maggiore affidabilità della scheda, e mi dispiace non riuscire a ripararla dato che tutti i suoi componenti sono SMD ed è veramente difficile dissaldarli senza uno specifico saldatore.

In conclusione che dire… devo sborsare altri soldini per una nuova scheda!

Logica Programmabile Hello Word

Benvenuti su logicaprogrammabile.it

Ciao a tutti!

era da tempo che volevo iniziare a scrivere qualcosa su alcuni argomenti che mi appassionano, ma non riuscivo a prendere una decisione seria per iniziare questo progetto. Naturalmente scrivere su questo tipo di argomenti è molto impegnativo poiché serve molto tempo per sperimentare con queste tecnologie, e ora non so se riuscirò nell’intento. Posso dire che l’impegno c’è ma sono consapevole che scrivere gli articoli e provare a realizzare i vari esperimenti non sia cosa facile.

Forse iniziare un post dicendo che non sono sicuro di seguire costantemente il progetto è un pò pessimista ma ciò dipende dal fatto che sono molto realista e sono consapevole che non sia una cosa semplice!

Vorrei ringraziare mia moglie che crede sempre in ciò che faccio e mi sostiene nei momenti ‘difficili’ e stressanti.

Bene, allora iniziammo questo viaggio….

Offerte del giorno Amazon
Preferiti
Rimani aggiornato

Sondaggi
Sorry, there are no polls available at the moment.
Seguimi su Twitter