Marco

Sono appassionato di elettronica e informatica, lavoro come tecnico manutentore in un azienda di servizi. Nel tempo libro mi piace fare delle escursioni fotografiche. Lo sport che pratico è il TaeKwonDo(wtf), sono cintura nera 2° Dan.

Raspberry Pi ZERO W

Ecco la nuova scheda Raspeberry Pi ZERO W

La Raspberry Pi ZERO ha di certo meravigliato con le sue dimensioni ridotte e con un prezzo assurdo di 5 dollari. Questa scheda è una buona scelta se intendiamo realizzare sistemi stand-alone, ma se vogliamo sperimentare in ambito IoT, l’assenza di sistemi di comunicazione integrati, ci costringe ad utilizzare hardware esterno, come adattatori wireless che occupano la singola porta usb o delle linee GPIO e che rendono il sistema più costoso e complesso.

raspberry pi zero w

Continua a leggere

MKR1000 gpio speed test

Misurare frequenza di commutazione di una linea gpio della MKR1000

La MKR1000 è una scheda molto compatta, dal prezzo contenuto, che permette di realizzare interessanti progetti IoT. Questa scheda è basata sul SoC ATMEL ATSAMW25 (famiglia di dispositivi ATMEL Wireless) ed è l’insieme di questi moduli:

  • MCU SAMD21 Cortex-M0+ 32bit operante alla frequenza di 48MHz
  • Modulo Wi-Fi WINC1500 a basso consumo (2.4GHz IEEE® 802.11 b/g/n)
  • Crittografia per comunicazioni sicure basate sul chip ECC508
  • Antenna implementata sul PCB

La scheda possiede anche un caricabatterie per batterie Li-Po rendendola quindi adoperabile in ambienti dove non è presente una fonte di energia costante.
In questo articolo andremmo a misurare la velocità di commutazione di un pin digitale eseguendo lo stesso codice che ho usato per gli altri gpio speed test.

Questo test è puramente indicativo, è un metodo molto semplice che eseguo per fare un piccolo paragone tra le schede in mio possesso.

La figura seguente mostra lo schema elettrico che ho utilizzato:

MKR1000 Gpio SPeed Test

Continua a leggere

Raspberry PI Compute module 3 CM3

Nuova versione della Compute Module

Recentemente è stata presentata la versione 3 della Compute Module ispirata all’architettura della Raspberry PI 3. Questa scheda è pensata principalmente per un utilizzo industriale e per essere installata in sistemi embedeed. Questa soluzione basata sul processore Broadcom BCM2837 (1.2GHz, 64bit, quad-core, 1GB Ram) permette di avere un modulo molto più performante del precedente (presentato nel 2014 e basato sul processore BCM2835) mantenendo, in gran parte, la retro compatibilità col Compute Module 1. La versione standard del CM3 è dotata di un modulo di memoria eMMC da 4GB che permette di ospitare il sistema operativo mentre la versione Lite è sprovvista di tale memoria e quindi sarà necessaria una memoria SD esterna come avviene per la Raspberry PI 3.

Compute Module 3

Per sviluppare il proprio prototipo è stata realizzata la carrier board Compute Module IO Board V3 (CMIO3) che agevola la rapida prototipazione del progetto e di eseguire quindi i relativi test di funzionamento prima di spostare il Computer Module 3 sul prodotto finale.

Continua a leggere

Arduino come utilizzare l’RTCC MCP7940N

Accedere ai registri dell’MCP7940N usando Arduino

Molti tutorial sull’utilizzo di un RTCC (Real Time Clock and Calendar) con Arduino riguardano l’integrato DS1307 in quanto la sua diffusione è data dalla disponibilità di diverse librerie, dal costo contenuto e dalla sua integrazione in numerose shield. Nonostante ciò sul mercato esistono molti altri dispositivi interessanti che svolgono funzioni aggiuntive e hanno precisioni molto più elevate riguardo al conteggio del tempo.

Mi sono trovato a realizzare dei progetti che come specifica richiedevano una alimentazione di 3,3V, dato che il DS1307 lavora tra i 4,5V e i 5,5V ho dovuto ripiegare su un altro rtcc. Quello che ho scelto è l’MCP7940N prodotto da Microchip. Nonostante non sia disponibile la versione PDIP ho scelto questo integrato perché oltre a lavorare con tensione di alimentazione di 3,3V ha alcune altre funzioni interessanti come la possibilità di impostare due allarmi e la possibilità di calibrare l’orologio per poter aumentare la sua precisione nel conteggio del tempo.

Continua a leggere

LattePanda il mio nuovo pc!

LattePanda, scheda di sviluppo basata su Windows 10

E’ incredibile quanto sia facile ed economico avere tra le mani prodotti di tecnologia che fino a qualche tempo fa neanche immaginavamo. La scheda LattePanda che ho acquistato partecipando alla campagna di finanziamento su Kickstarter è costata circa 45$, è ha delle caratteristiche molto interessanti.
Quella che personalmente reputo principale è che su questa scheda gira Windows 10. Questo sistema operativo è preinstallato sulla LattePanda ed è comprensivo di licenza d’uso.
Le dimensioni sono di 8.8cm x 7.0cm e ha una densità di componenti, in alcune zone del pcb, molto elevata, questo la rende a mio avviso, molto delicata. L’uso di un contenitore è certamente consigliato.

LattePanda a windows 10 computer

Continua a leggere

FLIP&click un nuovo cugino di Arduino

FLIP&click, Arduino DUE incontra le Click boards

MikroElektronika è impegnata nello sviluppo di compilatori ad alto livello che rendono semplice (che agevolano) la programmazione di diverse famiglie di MCU. Lo sviluppo dei compilatori è stato accompagnato, nel tempo, da diverse schede che permettono di caricare i programmi nei microcontrollori, di eseguire test on the fly e debug.

Flip&Click schede di espansione click boards per arduino

Continua a leggere

Raspberry Pi primo avvio e configurazione

Eseguire le prime impostazioni usando raspi-config

Nel precedente articolo abbiamo visto come scrivere l’immagine iso di Raspbian (www.raspberrypi.org/downloads/raspbian/) su una scheda SD. Dopo il primo avvio ci sono alcune operazioni da effettuare per configurare il sistema operativo. Procediamo coll’aggiornamento dei vari software preinstallati (per questa operazione il nostro raspberry pi deve essere collegato alla rete lan). Apriamo un terminale xterm e digitiamo i seguenti comandi:

sudo apt-get update

attendiamo il completamento dell’operazione e successivamente digitiamo il seguente comando:

sudo apt-get upgrade

L’installazione dei vari pacchetti richiede diversi minuti. Al termine il nostro sistema risulta aggiornato con le ultime versioni rilasciate dalla fondazione.

Continua a leggere

Arduino UNO vs GHI G30 TH

Comparazione tra modulo G30 TH e Arduino UNO

Arduino con la sua scheda UNO ha rivoluzionato il mondo dei makers dando la possibilità di realizzare numerosi progetti sia in ambito hobbistico che professionale. La diffusione delle schede Arduino ha influenzato numerosi produttori che hanno messo in campo risorse per la realizzazione di nuovi dispositivi facili da programmare (il modulo G30 TH è un esempio), dal costo contenuto e open.

Modulo G30 TH contro Arduino UNO Genuino UNO

Oggi sono disponibili molte tipologie di schede che possono essere utilizzate in sostituzione della UNO o comunque essere impiegate in concomitanza. Tra le schede che personalmente reputo molto valide ci sono quelle basate sul .Net Micro framework ed in particolare quelle prodotte da GHI Electronics.

E’ chiaro che non esiste una scheda migliore o peggiore poiché ognuna possiede pregi e difetti. La scelta principale dipende sicuramente dalla tipologia di progetto che intendiamo realizzare e soprattutto dalla propria esperienza in campo elettronico ed informatico.

Continua a leggere

Preferiti
Rimani aggiornato

Sondaggi
Sorry, there are no polls available at the moment.
Seguimi su Twitter